Musica   si no

OPERE

     

... ultime opere...

--- --- --- --- --- ---

Quattro chiacchere con:
Melo Freni Ennio Calabria, Giuseppe Calcerano, Dalia Pelaggi, Leonardo Caimi, Rosafuria, Serena Maffia, Gabriele, Enrico Benaglia,
Iole Chessa Olivares, Manuel Olivares, Alessandra Gaggioli, Nina Maroccolo, Plinio Perilli.

--- --- --- --- --- ---

Prima ostaggio della vallata,
il vento si libera
poi,
e,
trasportando con sé
frantumi di sere d'estate,
accarezza il verde seno
delle colline.

Avanza infine verso una notte d’amore.

--- --- --- --- --- ---

storie di donne custodi d’infinito

Da donna a donna, ma non solo. Storie e interviste per conoscere l'universo femminile: dal ministro Giorgia Meloni alla partigiana Ester Riposi, dalla sarta autodidatta esperta nel taglio di abiti da sposa all'infermiera di Nobile, dalla fotografa Fatima Abbadi alla poetessa Simonetta Giungi, dalla scrittrice Cristiana Bullita all'Universitaria Paola Lanaro ecc...

--- --- --- --- --- ---

    

SUCCESSO PER LA PRESENTAZIONE ROMANA DELLE OPERE
DELLA POETESSA E GIORNALISTA, FAUSTA GENZIANA LE PIANE

video presentazione (togli la musica no)

ROMA - Consenso e boom di vendite per la presentazione romana delle opere di Fausta Genziana Le Piane. La poetessa, giornalista e francesista, di origini calabresi ma romana d'adozione, ha presentato, Venerdi 18 maggio scorso a Roma in Via Manlio Capitolino presso la “Libreria Café letterario Mangiaparole”, tre opere della sua ultima produzione letteraria. “Fausta si fa in tre” è lo slogan coniato dalla scrittrice per annunciare la presentazione dei libri editi da “Edizioni Eventualmente” giovane casa editrice ragusana. “Interviste ai poeti d'oggi” (2010), “Gares/stazioni” (2011) un'incantevole raccolta di liriche (in italiano e francese) e l'ultimo lavoro “La meraviglia è nemica della prudenza” (2012) un invito alla lettura dell'Arte della gioia, capolavoro del '900 della poetessa catanese, Goliarda Sapienza. In “Interviste ai poeti d'oggi”, l'autrice conduce sapientemente, entrando in punta di piedi nell'animo e nelle case altrui, una decina di interviste a nomi illustri della letteratura del novecento italiano (Italo Evangelisti, Maria Luisa Spaziani, Dacia Maraini, Giorgio Carpaneto, Paolo Ruffilli, Corrado Calabrò e altri …): un modo semplice e inusuale per avvicinare, con stupore, anche il pubblico più diffidente, alle gioie dispensate dalla poesia. In “Gares/Stazioni” l'autrice presenta invece una quindicina di liriche, dirompenti ed evocative, con le quali “giunge a creare un mondo in cui l'infinitamente grande affianca l'infinitamente piccolo” (dalla Prefazione di Patrick Blandin). Vi troviamo disseminata una geografia di paesaggi urbani (stazioni, caffè, taxi, alberghi etc..) che tramite l'evocazione dell'immagine/suggestione diventano paesaggi mentali, vivi e pulsanti. “La meraviglia è nemica della prudenza” è invece un intelligente e pratico saggio che invita alla lettura (o rilettura) dell'Arte della gioia di Goliarda Sapienza. “Il saggio è utilissimo -dice Paolo Ruffilli nella prefazione-, e guida attraverso gli snodi principali della biografia della scrittrice catanese, per poi portarci dentro il mondo della sua scrittura”. Tre opere apparentemente diverse, ma in realtà omogenee, perché legate da quell'invisibile e indistruttibile filo conduttore che è la poesia. L'evento letterario che ha visto un pubblico numeroso e partecipe, ha visto l'intervento oltre che dell'autrice, del professor Plinio Perilli, noto poeta romano e critico letterario, che ha spaziato brillantemente nell'illustrazione delle tre opere, con riferimenti estemporanei e insoliti. Particolarmente suggestiva la lettura di alcuni brani tratti dalle opere di Genziana Le Piane, eseguita dall'attrice teatrale di origini catanesi, Evelyn Famà. Visto il consenso ottenuto, la casa editrice ragusana (presente all'evento), sta programmando per i prossimi mesi, altre presentazioni in tutta Italia.

Monia Mariani - Edizioni Eventualmente
http://www.edizionieventualmente.info

--- --- --- --- --- ---

Fausta si fa in tre
di Tommaso Maria Patti

Quasi puntuale alle 18 di venerdì, 18 maggio, nei confortevoli locali del caffè letterario Mangiaparole di Roma, in via Tito Manlio Capitolino, si è svolto un evento culturale piuttosto insolito, e quindi a maggior ragione interessante: Fausta Genziana Le Piane ha presentato non uno, non due, ma ben tre sue recentissime creature letterarie. Il posto è delizioso: una conchiglia che di volta in volta ospita una perla diversa della cultura contemporanea. I padroni di casa si occupano di libri a tempo pieno, proponendo libri di tutti, scrivendone di propri e pubblicandone di altri. Vi si può bere un prosecco, assaggiare un antipastino, o anche partecipare a un gioco da tavolo se si vuole.
Fausta è quella che già conosciamo, certo, ma è sempre più… Fausta, se così si può dire. Si tratta di un personaggio eclettico, senza freni conformistici e limiti geografici, protagonista della cultura e dell’arte contemporanee. La nostra autrice, a partire da quella vera poetessa che è, si è già da tempo dedicata anche alla prosa dei suoi pregevoli racconti, alle arti figurative fra cui il collage, al giornalismo professionale oltre che a quello del cuore, alla saggistica, alla critica letteraria, all’interesse per l’arte culinaria. Spazia dalla cultura locale della Sabina e della Calabria a proiezioni internazionali dei suoi interessi in Francia, Romania, ... Ma certamente dimentico qualcosa. Il modo di dire “una ne fa e cento ne pensa” si sarebbe dovuto inventare per lei se non fosse già esistito. E questa volta ne ha fatte delle belle. Fausta si è letteralmente fatta in tre, proponendoci, appunto, tre pocket deliziosi:
Il primo, “Stazioni Gares” (Edizioni EventualMente, 2011), con prefazione di Patrick Blandin (Uni-versité de Toulouse et de Bordeaux), propone una raccolta di preziose liriche frutto della straordinaria sensibilità dell’autrice. Le stazioni, se ci si pensa, sono punti di incontro dello spazio e del tempo. Punti magici. Da lì partono viaggi in tutte le dimensioni comprese quelle della fantasia, dell’immaginazione e della malia di un verso. Ecco allora che in questi punti magici si tuffano volentieri i poeti come Fausta per viaggiare senza limiti a livelli inusuali.
“Interviste a poeti d’oggi” (Edizioni EventualMente, 2010) è un volumetto minuscolo nelle dimensioni, ma denso di intelletto, cuore, parole, idee, sentimenti, che propone, appunto, una serie di interviste a protagonisti della poesia contemporanea del calibro di Giorgio Barberi Squarotti, Vannella Butera in rappresentanza del fratello Vittorio, Corrado Calabrò, Giorgio Carpaneto, Italo Evangelisti, Dante Maffia, Dacia Maraini, Gabriella Quattrini, Paolo Ruffilli, Maria Luisa Spaziani. Un testo così fatto, con un esempio di composizione poetica al termine di ciascuna intervista, lungi dall’essere destinato esclusivamente agli addetti ai lavori, cui comunque piacerà moltissimo, ha il pregio di risultare accessibile, utile e gradevole anche a quelli (e sono tanti) cui la poesia piace di meno. Anzi, questi li cattura…
“La meraviglia è nemica della prudenza” (Edizioni EventualMente, 2012), con prefazione di Paolo Ruffilli, completava magnificamente il fuoco d’artificio della creatività di Fausta. Si tratta di un invito alla lettura de “L’arte della gioia” di Goliarda Sapienza. L’autrice catanese morta a Gaeta da qualche decennio, pur avendo pubblicato altri lavori prima, ha avuto successo postumo con questo romanzo di formazione nell’ultimo decennio. Quando io lessi “L’arte della gioia”, ricevuto in regalo da un amico di Gaeta, ne rimasi affascinato e sconvolto. Capii subito che si trattava di opera di alto livello da regalare a persone dotate di grande sensibilità e pensai subito a Fausta. Evidentemente ho colpito nel segno se Fausta, donna straordinaria e poetessa dell’anima, ha voluto dedicare un libro a quell’altra donna affascinante e particolare pure lei che è stata Goliarda. Oggi Goliarda Sapienza è apprezzata in tutto il mondo e Fausta ce ne dà la sua lettura.
I tre libri di Fausta Le Piane sono stati presentati, con competenza e trasporto travolgente e simpatico, dal prof. Plinio Perilli, poeta, critico e saggista. L’uditorio, letteralmente catturato, sarebbe rimasto ad ascoltarlo ancora a lungo. L’attrice catanese Evelyn Famà, bella e brava, ha letto con grande intensità interpretativa poesie, brani in prosa, biografie. Qualunque cosa le davi la trasformava in recitazione di alto livello.
L’intervento di Fausta, volto soprattutto a condividere alcune sue emozioni, tra cui un ricordo del padre e un pensiero affettuoso a Italo Evangelisti, venuto a mancare di recente, è stato ridotto al minimo visto che l’autrice si è espressa e in misura generosa coi suoi scritti.
Monia Mariani, poetessa e critica, rappresentava la casa editrice “EventualMente” di Nicola Rampin, con sede a Comiso (RG). EventualMente è una realtà giovanissima ma aggressiva, che tratta opere di buon livello qualitativo e realizza libri di altrettanta qualità editoriale. Monia ha introdotto e presentato i personaggi intervenuti, ha coordinato la serata e, dopo aver lasciato spazio ad un paio di interventi del pubblico, ha chiuso i lavori invitando alla lettura dei testi, cosa che faccio anch’io, letteralmente innamorato di tutto ciò che è accaduto in queste poco meno di due ore godibilissime.

Tommaso Maria Patti

--- --- --- --- --- ---

Una mail

Faustina,
a me la serata è piaciuta: ricca, strana, densa, affettuosa, attentissima...
Sono felice che, partendo dal romanzo (e dalla romanzesca vita) di Goliarda Sapienza, poi il clou sia stato il tuo piccolo incantevole libro di liriche - e insomma le emozioni in arrivo o in partenza delle tue STAZIONI...
Affettuosi gli amici - fervidi e calamitati.
Ora leggerò il tuo libro-PONTE sullo Stretto... Ci sentiamo presto!
Tante altre cose vorrei dirti, ma attendo anche te, il tuo fiorirne per energia e in saggezza... Intanto, l'abbraccio forte del tuo

Plinius